Che cosa si intende per 'Il divario complessità?.

Sfruttando l'annuncio della pubblicazione 'on line' il numero speciale (Vol. 187) 'apprendimento, innovazione e competitività' della rivista Arbor , la presentazione della carta ha avuto luogo durante il seminario CINAIC 2012 , Vorrei citare l'articolo ... "Il divario di" complessità "profilo eAprendiz come idoneità personale per il nuovo ambiente 'vita' proposto, ampliata e complessa", e in particolare sollevare la questione:

Che cosa si intende per 'Il divario complessita' ?.

Per quanto riguarda l'articolo, trascrivo quasi testualmente La sintesi di esso:

"Stiamo assistendo, ma gli attori, di un mondo che cambia, veniamo diverso e imprevedibile, la cui caratteristica principale è la sua natura complessa. Un mondo che cambia con un livello di interconnessione senza precedenti e di interdipendenza (a causa della sua complessità), nuove strutture (reti) e le nuove tecnologie sociali che determinano Internet come trasformazione infrastruttura digitale (distruttivo) e anche l'adeguatezza .

Come risultato di questo, un "ambiente di vita nuova, ampliata e complesse" impatto significativo il nostro modo di interagire, vivere, lavorare e imparare. Siamo quindi di fronte ad un nuovo tipo di situazioni o problemi (complessi) che, quando si tratta di trattare con loro, ci impone non solo di cambiare il nostro modo di pensare e percepire la realtà (sistemi di pensiero), ma anche l'adozione di una nuova cultura digitale, l'interdipendenza e la sostenibilità. Fare riferimento a come "gap della complessità", la difficoltà di assimilazione e la pratica di tali requisiti e, a sua volta, è la sfida principale che dobbiamo affrontare oggi.

Infine, dal punto di vista di uno sviluppo organico ("bottom-up"), si propone, e considerando la persona come "sistema complesso adattativo" profilo "eAprendiz" come strategia di adattamento e di empowerment personale e professionale nella corrente ambiente globale, "diffusa e complessa".

Per quanto riguarda la questione ...

Che cosa si intende per 'Il divario complessita' ?.

non destinati ad essere definitiva, al contrario, sotto uno (importante, clicca su di esso) mappa concettuale che tenta di rispondere alla domanda, e anche osa proporre una definizione completamente personale, in grado di essere migliorato con il loro input e feedback.

Nota.- Se siete interessati a questo problema, stiamo cercando di condurre un tenore di guarigione ('Scoop.it') su 'Il divario complessità'.


Essere socievole, Share!

7 commenti

  1. Ciao Enrico, mi piace il lavoro che stai facendo e come ci posizioniamo per sostenere la complessità e ripensare non solo la comunicazione, ma anche un modo per incontrare e interagire in rete. Mi sento alla grande mappa. Commento Solo se e per la complessità può essere messo solo "internet" (che è senza dubbio quello che ha reso questa interruzione) o possono includere elementi ideologici o filosofiche che accennati prima che la globalizzazione di Internet: il consenso popolare del caos postmodernismo, il costruttivismo, il pluralismo culturale, la colaboracionismo teorica ... sono domande che mi pongo perché anche se io non percepisco Internet solo come strumento e penso realdiad sta cambiando tutto (da imparare a teorie sociali), non lo so se si può spiegare questo megafenómeno (Teologia parlare di "rompere il historicum continuo"), senza alcun tipo di sostegno ideologico. Un saluto.

  2. erubio dice:

    Ciao Juan Jesus,

    Felice di salutarvi. Grazie per il tuo commento. Infatti sembra incoerente pensare che Internet è esclusivamente la causa della complessità corrente. In ogni caso, per me se questo è il crescente infrastrutture di iper eccellenza (a causa della complessità), che ha dimostrato come nessun altra base della complessità, le impostazioni come base della perturbazione del mondo attuale (indubbiamente caratterizzato per sua natura basato sulla tecnologia). Trama perché il mio \ 'impostazione \' per circoscrivere volontariamente (almeno per ora) i confini del sistema complesso da analizzare. A sua volta, e questo è per me chiedo, diventa anche l'infrastruttura di adattarsi ai cambiamenti che ha prodotto. Inoltre, commentando che io sono un semplice \ 'studente \' interessato ', cercando di capire cosa sta succedendo, con molte lacune e scappatoie, spero di andare despejándolas, a poco a poco, in compagnia di altre persone come te, senza riposo, preoccupato troppo, \ 'generare significato \' del momento che sta giocando dal vivo.

  3. marcel Vega dice:

    Ciao Enrique¡ In effetti si Biocuántica la sessione protocollo a un soggetto troviamo che quando ottimizziamo la sinergia tra i diversi sistemi e di raggiungere un rilascio del flusso dati bio nella complessità del loro quantum campi la persona si evolve nel suo livello di coscienza. Sembra che bioenergia + Synergy + rilascio di informazioni bio-flusso = Coscienza. Nel nostro corpo Quantum, sembra che la complessità è risolto dall'integrazione bioinformatica. Congratulazioni per il tuo blog e cordiali saluti.

  4. [...] Per quanto riguarda l'articolo, trascrivo quasi testualmente La sintesi di esso: "Stiamo assistendo, ma gli attori, di un mondo che cambia, veniamo diverso e imprevedibile, la cui caratteristica principale è la sua natura complessa. Un mondo che cambia con un livello di interconnessione senza precedenti e di interdipendenza (a causa della sua complessità), nuove strutture (reti) e le nuove tecnologie sociali che determinano Internet come trasformazione infrastruttura digitale (distruttivo) e anche l'adeguatezza . Come risultato di questo, un "ambiente di vita nuova, ampliata e complesse" impatto significativo il nostro modo di interagire, vivere, lavorare e imparare. Siamo quindi di fronte ad un nuovo tipo di situazioni o problemi (complessi) che, quando si tratta di trattare con loro, ci impone non solo di cambiare il nostro modo di pensare e percepire la realtà (sistemi di pensiero), ma anche l'adozione di una nuova cultura digitale, l'interdipendenza e la sostenibilità. Fare riferimento a come "gap della complessità", la difficoltà di assimilazione e la pratica di tali requisiti e, a sua volta, è la sfida principale che dobbiamo affrontare oggi. Infine, dal punto di vista di uno sviluppo organico ("bottom-up"), si propone, e considerando la persona come "sistema complesso adattativo" profilo "eAprendiz" come strategia di adattamento e di empowerment personale e professionale nella corrente ambiente globale, "diffusa e complessa". [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
Per dimostrare che sei una persona (non un spam script), digitare la parola di sicurezza mostrato nella figura. Clicca sulla foto per ascoltare un file audio della parola.
Immagine Anti-spam